Alla GAM di TORINO per i lunedì dell’arte COLORS and MIND

annamaria monteverdi/ novembre 15, 2016/ NEWS

 

COSA CI SUCCEDE DAVANTI A UN’OPERA D’ARTE?

LE RISPOSTE DEL NOSTRO CERVELLO

Come la nostra mente percepisce i colori? Che cosa succede al nostro cervello quando guardiamo un’opera d’arte? Sono domande che – senza scomodare la Sindrome di Stendhal, il senso di sperdimento che può sopraggiungere di fronte al “troppo” bello – forse ci siamo posti più di una volta davanti a un capolavoro. Le risposte, affidate alle voci di tre prestigiosi studiosi nel settore delle neuroscienze, sono ora al centro della nuova serie di Lunedì dell’arte.
Si parlerà del rapporto tra la neuroestetica, la psicanalisi e l’arte, della percezione del colore, dei “neuroni specchio” e dell’empatia. Si cercherà di capire in che cosa consista per il sistema cervello-corpo l’esperienza degli oggetti frutto della creatività.
Sono temi che rappresentano l’avanguardia della scena artistica attuale, presi in considerazione in tempi recenti dai maggiori musei internazionali: dal MoMA, che ha inserito la neuroscienza nei suoi programmi, alla Tate Modern, dove si è tenuto nel 2014 un convegno sulla sinestesia, l’attivazione simultanea, anche nei confronti dell’opera d’arte, di sfere sensoriali diverse.
Gli incontri introducono alla grande mostra “Colori”, prevista alla GAM e al Castello di Rivoli nel marzo 2017, con capolavori da Kandinsky ai giorni nostri.
 
 
SALA CONFERENZE GAM
GALLERIA CIVICA D’ARTE MODERNA E CONTEMPORANEA
Corso Galileo Ferraris, 30 – 10128 Torino

Ingresso libero fino a esaurimento posti

fdf@fondazionedefornaris.org
t. +39 011 542491
www.fondazionedefornaris.org