AMM’s BIO
510

annamaria monteverdi/ Agosto 6, 2016/ FOCUS

 Esperta di tecnologie per l’arte e digital performance. Dottore di ricerca in Forme della rappresentazione audiovisiva, teatrale e cinematografica si è specializzata in Canada presso la sede Ex machina di Robert Lepage di cui ha scritto la prima monografia assoluta (Il teatro di Robert Lepage, ed. Franco Serantini, Pisa, 2005; nuova edizione in corso di stampa) e insieme con Giacomo Verde, il videodocumentario La faccia nascosta del teatro (Montréal 2000). E’ in corso di realizzazione il nuovo documentario su Lepage (riprese Giuseppe Baresi).

Scrive recensioni, interviste e approfondimenti su Rumorscena, Hystrio, Digicult, Juliet Art Magazine, Culture teatrali, Arabeschi; fondatrice con Massimo Marino, Andrea Porcheddu e Ponte di Pino di Rete critica, la rete italiana della critica teatrale on line. Co.fondatrice del sito Ateatro.it con Oliviero Ponte di Pino ha scritto per il sito dal 2000 al 2013 con una sezione dedicata da Teatro e Nuovi media. Qua tutti gli articolintmlogo

Insegna Teoria delle arti multimediali alla Accademia Alma Artis di Pisa ed è la coordinatrice didattica del corso Art and Digital Technology; come docente di prima fascia insegna Storia dello spettacolo e Letteratura e filosofia del Teatro all’Accademia di Lecce per la Scuola di Scenografia.

Ha insegnato per 10 anni Digital video,poi Drammaturgia multimediale all’Accademia di Belle Arti di Brera.

Ha insegnato Drammaturgia dei media al Dams di Messina e di Bologna; Forme dello spettacolo multimediale al Dams di Imperia, Spettacolo multimediale al Corso di Laurea in Cinema Musica e teatro (Università di Pisa. Ha insegnato Analisi del repertorio multimodale al Biennio di Tecnologie del Conservatorio di Genova; Storia del teatro all’Università di Cagliari, Facoltà di Lettere, Storia dello Spettacolo; Storia del Cinema e del video, Storia del teatro musicale all’Accademia di Belle Arti di Torino. Tiene regolarmente lezioni e workshop presso Master in New Media (Master in Digital Environment design, NABA), Scuole di formazione professionale, Festival di Arti digitali, Fondazioni (Fondazione Toscana Spettacolo; Fondazione Paolo Grassi, Fondazione D’Ars).

Per Invideo ha curato la monografia su Michele Sambin e  la prima personale su Giacomo Verde. E’ stata membro di giuria per Riccione TTV con Paolo Rosa e Franco Quadri; presidente di giuria al festival di cortometraggi delle Accademie italiane I-mode visions (Macerata)

Anna Monteverdi con Robert Lepage

Anna Monteverdi e Robert Lepage; frame dal videodocumentario

Ha pubblicato numerose monografie, dossier e saggi su new media e performance. I più recenti sono “Nuovi media, Nuovo teatro” (FrancoAngeli) presentato al Teatro Valle Occupato e al Museo Nazionale dell’Attore di Genova; Rimediando il teatro con le macchine, con le ombre con i new media (2013).

Contributi su antologie recenti: S. Arcagni, I media digitali e l’interazione uomo-macchina; Atti del convegno CORPS EN SCÈNE : L’ACTEUR FACE AUX ÉCRANS; MIchele Sambin tra pittura musica e video, S.Vassallo (a cura di), Giacomo Verde; Atti del convegno Letteratura e teatro a cura dell’ADI associazione docenti italianistica.

Nel 2005 con A. Balzola ha pubblicato il volume enciclopedico “Le arti multimediali digitali” per Garzanti (3 edizioni +e-book); sempre con Balzola ha pubblicato Storie mandaliche, genesi di uno spettacolo interattivo per Nistri-Lischi con contributi critici di Antonio Caronia e Alfonso Iacono.
Come location manager ha lavorato per il duo di videomaker internazionali Masbedo in occasione della video installazione per due schermi sincronizzati, “Schegge d’incanto in fondo al dubbio”, commissionato dalla Biennale di Venezia (2009) e per “Distante un Padre” (produzione Arts of the World- Organizzazione Nazioni Unite, 2010).

Ha lavorato come production manager per spettacoli multimediali; è stata chiamata per creare gli eventi multimediali per la Festa della Marineria alla Spezia, per il centenario del Futurismo, per la celebrazione dei 140 anni dell’Arsenale della Spezia (Ars Genius); ha creato come production manager, un originale videomapping del Castello di Lerici e San Terenzo per i 150 anni dell’Unità d’Italia.
Ha realizzato alcuni documentari videoteatrali; il più recente Teatri I Ri Ne Kosove (Nuovo Teatro in Kosovo) è stato acquistato dalla Rai, proiettato al Piccolo di Milano il 30 ottobre come selezione speciale da Invideo. Sul Kosovo ha curato per Cut up il primo volume teatrale sui testi di Jeton Neziraj (Traduz. M. Genesin e G. Carboni) e il dossier Teatro in Kosovo per Teatro e Storia.
E’ stata progettista per conto del DIRAAS di Genova di IAM (international Augmented Med) con focus su tecnologie di realtà aumentate per i beni culturali e il turismo, finanziato dalla UE per il triennio 2013-2015. Tra i Paesi aderenti: Palestina, Egitto, Libano, Spagna, Giordania.

Con IAM ha tenuto conferenze e workshop su VIDEOMAPPING presso la Biblioteca Alexandrina in Egitto, a Madrid, a Girona (dove ha anche coordinato una delle Jornades APP su architettura e proiezioni virtuali). Ha collaborato al Festival RomaEuropa per il programma di sala degli spettacoli 2015.

Ha fatto parte della Commissione che ha aggiudicato la gara per il Museo Storico multimediale della Fortezza di Sarzana (SP).

Invitata al convegno internazionale su Teatro e tecnologia presso la Sorbonne Nouvelle (giugno 2015) ha tenuto una conferenza su videomapping e teatro. Fa parte dell’International Federation of Theatre Research e ha partecipato con relatore e chair al convegno di Stoccolma (giugno 2016). Ha tenuto una conferenza al convegno Arte e scienza dell’Accademia di Belle Arti di Catania (Giugno 2016) dal titolo: I nuovi formati della digital art. Invitata a Riga (29 settembre 2016) alla conferenza Open field organizzata da RIXC Center for New Media Culture e l’ Art Research Lab of Liepaja University terrà una relazione su Software Theatre in a Software Culture.

E’ Program commitee di GARR per le tecnologie e la ricerca (Convegno annuale Firenze novembre 2016).

Attualmente sta lavorando a due documentari, uno su Puglia e Balcani con focus sul regista teatrale sloveno Tomi Janezic (con il patrocinio dell’Accademia di Belle Arti di Lecce); l’altro su Robert Lepage.

 anna.monteverdi@gmail.com