GOOGLE’S NOT I, net art per Samuel Beckett
79

annamaria monteverdi/ Febbraio 23, 2014/ FOCUS, SAMUEL BECKETT

dal sito www.samuelbeckett.it  by  · in 

ImsoemptyIlikememes, artista attivo nell’ambito della net art (questo il sito dove pubblica i suoi lavori), ha realizzato una versione di Non io dove la bocca della protagonista è la search box del più utilizzato motore di ricerca del mondo e la voce recitante è ottenuta con una sintesi digitale.

Fai click qui per vedere l’opera.

Il risultato è interessante perché il celebre “vuoto” della home page di Google ricorda bene il buio da cui emerge la bocca monologante e la meccanicità della voce digitale è una buona metafora della disperata testardaggine della protagonista. Insomma non si tratta (solo) di un web divertissement ma di un onesto tentativo di mantenersi fedeli allo spirito dell’opera originale pur adattandola ai nuovi mezzi espressivi.