Il teatro di marionette diventa grande e adotta il “video”: Rocamora teatro debutta con Identitats
533

annamaria monteverdi/ agosto 31, 2016/ DIGITAL PERFORMANCE, FOCUS

Identitats vuol dire Identità, ed è quella che cerca una marionetta che non è corpo e non ha anima o parola nel nuovo spettacolo per marionetta a filo, di ROCAMORA TEATRO debuttato il 27 agosto a Barcellona.

Non si disturba mai il termine “ricerca” per il teatro di figura, invece ogni tanto si potrebbe osare, specie quando l’artigianalità, la storia, la bravura, si uniscono alla volontà di rinnovare il linguaggio che da sempre caratterizza il lavoro di un grandissimo maestro come Carles Cañellas catalano, ma che da sempre ama l’Italia e le sue Piazze. Chi lo conosce, chi ha visto i suoi spettacoli che sono davvero per tutte le età, sa di cosa sto parlando.

Rimando a una intervista che gli feci in occasione del premio che gli fu attribuito a San Miniato.

15-multimedia-spettacolo-marionette-adulti-identitats-identitaQuindi non delude questo nuovo spettacolo a cui Carles ha dato vita dopo un lungo, interminabile lavoro alla ricerca di una figura per la marionette a filo (titelles in spagnolo) accompagnata in questo viaggio esistenziale da sei maschere. La sua ricerca è la nostra, drammatica, emozionante, sanguigna e sorprendente e in questo viaggio teatrale siamo accompagnati da diverse coreografie, musica elettronica, ambienti luce e video. Carles Canellas che rinnova la tradizione catalana del teatro di marionette, ha voluto la mano di Giacomo Verde che dei videofondali è l’inventore e che da sempre ha fatto proprio il tema della bassa tecnologia per raccontare storie a teatro. Forse è un argomento banale dire che le tecnologie avvicinano il teatro ai ragazzi ma il teatro di figura è davvero a rischio di conservazione museale se non rinnova quello che ha da dire e come lo dice.

Una marionetta nuda, senza volto, nasce e muore sulla scena. Nel percorso della sua effimera esistenza, adotterà diverse maschere “larvali”, ciascuna di esse segnerà il modo di essere e di fare, assumendo così le identità che sono prefigurate da queste.

La marionetta di 90 centimetri di lunghezza con 27 fili come appendici è l’assoluta protagonista di un’opera originale, con un alto grado di complessità tecnica; Carles Cañellas manovra ma anche interpreta i vari personaggi contraddistinti dalle maschere che indossa. Azioni drammatiche intervallate da momenti di danza contemporanea, con coreografie create da Susanna Rodríguez in cui la marionetta si muove al ritmo delle musiche elettroniche, composte ed eseguite da InnoDB. Il tutto accompagnato da retroproiezioni di video arte realizzati apposta da Giacomo Verde, che rafforzano la loro espressività, e con un disegno luci molto suggestivo e pittorico, creatore di spazi ed ambienti emozionali, messo in pratica da Quico Gutiérrez.

Identitats

Autore, regia, disegno e costruzione: Carles Cañellas
Coreografia e costumi: Susanna Rodríguez
Musica elettronica ed Effetti: InnoDB
Illuminazione: Quico Gutiérrez
Video Arte: Giacomo Verde

http://www.it.rocamorateatre.com/dati-compagnia-spettacoli-teatro-marionette-oggetti.html


FRAGMENTS d’IDENTITATS Frammenti dello spettacolo