@t Festival: eventi tra tecnologia e tradizione in Salento. Workshop, videomapping, installazioni luminose.
1260

annamaria monteverdi/ Giugno 11, 2019/ NEWS

Dal 24 al 29 giugno arriva nella terra delle luminarie (at)Fest – Festival di arti digitali e nuove tecnologie, organizzato dalla cooperativa Arte Amica, in collaborazione con partner pubblici e privati e finanziato dal Programma straordinario 2018 in materia di Cultura e Spettacolo della Regione Puglia.

Il Festival si concluderà venerdì 28 e sabato 29 giugno a Castro, marina che si affaccia su una suggestiva baia nell’Adriatico, con talk, incontri, feste e un articolato percorso tra Castello, vicoli e piazze del centro storico, animato da quindici installazioni realizzate da artisti, performer, creativi e designer che elaboreranno le proprie opere intorno al tema della luce, utilizzando linguaggi differenti ma sempre con una forte connotazione tecnologica. Un approccio multidisciplinare all’affascinante mondo dell’arte digitale, con particola- re riferimento all’uso della luce e ai sistemi tecnologici in grado di rendere possibile l’interazione tra pubblico, installazioni e contesto. Questo percorso innovativo in grado di mettere in relazione importanti esperienze nazionali e internazionali attive nella digital art e nelle nuove tecnologie, parte proprio da un territorio in cui la tradizione delle “luminarie”, ampiamente apprezzata anche oltre la dimensione regionale, è uno dei principali elementi identitari.


  I WORKSHOP

I workshop hanno il duplice obiettivo di offrire ai partecipanti la possibilità attivare un confronto pratico e fattuale su discipline legate alle arti digitali e multimediali da un lato e, dall’altro, farli entrare in contatto diretto con il territorio.

Anche per questo motivo si è deciso di ampliare l’ambito territoriale del Festival localizzan- do i vari workshop in luoghi diversi.

Infatti è proprio grazie a momenti di fruizione autentica dei luoghi e della cultura locale che potranno crearsi le condizioni per un più profondo e intimo scambio tra i partecipanti e per un più concreto ed efficace beneficio per il contesto che li accoglie.

Per questo motivo tutti i workshop prevedono che le discipline siano affrontate in relazione ad alcuni elementi peculiari del territorio e siano alternate a momenti di cura delle relazioni.

  VIDEOMAPPING ARCHITETTURALE

Il corso si sviluppa intorno ad un modulo principale volto a far familiarizzare i partecipanti con i principali strumenti hardware e software utilizzati nella realizzazione di un videomapping.

La sede principale sarà Palazzo del Principe a Tricase, splendida località in prossimità della costa adriatica sdoppiata tra la città alta (Tricase) e quella bassa (Tricase Porto).

L’attributo narrativo del videomapping ci ha portato ad aggiungere un modulo (temporal- mente precedente) che potesse fornire ai partecipanti degli spunti su cui lavorare per costruire una meta-storia durante la successiva fase operativa.

Ci è sembrato opportuno riferirci alla cultura salentina, quale soggetto ispiratore. Abbiamo così selezionato una persona che potesse svolgere questo ruolo di “informatore” ma non volendo declinare questa incursione in una modalità accademica né didascalica, abbiamo cercato una voce originale e, forse, inedita per un ruolo di questo tipo. Luigi Negro, curatore e artista, accoglierà gli studenti all’interno della villa ottocentesca che ospita la Fondazione Lec o Lemon, offrendo il proprio sguardo e la propria lettura della cultura locale.

La Fondazione è stata creata da un gruppo di artisti italiani di levatura internazionale che hanno deciso di stabilire la propria sede nella pace inquieta della campagna di un piccolo paese salentino.

Il laboratorio sarà concluso da un ulteriore piccolo modulo durante il quale i partecipanti potranno familiarizzare con alcuni strumenti hardware e software utili per rendere interattivo un videomapping.

Maggiori informazioni:

https://bit.ly/2K3MmL4

ENG VERSION:

https://bit.ly/2QrKLjb

  SCULTURE LUMINOSE

Il corso si sviluppa in tre moduli e ha il principale obiettivo di realizzare alcuni manufatti luminosi ispirati alla tradizione delle luminarie.

Il primo modulo porterà i partecipanti all’interno del tempio di MarianoLight a Corigliano d’Otranto dove Lucio Mariano, titolare della ditta, racconterà cosa significa essere un mae- stro di luminarie e mostrerà alcuni dei bellissimi pezzi che porta in tutto il mondo.


Il modulo successivo è il più corposo e consiste in un laboratorio di falegnameria con il quale gli scarti di materiale per la costruzione delle luminarie prenderanno vita per creare sculture luminose dalle forme inedite e imprevedibili.

Il laboratorio si terrà a Lecce e sarà concluso da un ulteriore piccolo modulo durante il quale i partecipanti potranno familiarizzare con alcuni strumenti hardware e software utili per rendere interattivi i sistemi di illuminazione adottati.

Maggiori informazioni:

https://bit.ly/30F2wAi ENG VERSION: https://bit.ly/2YQ9uAH

  LIGHTING ARCHITETTURALE

Il workshop avrà luogo a Castro e sarà sviluppato intorno al modulo principale di lightning design con approfondimenti sull’uso di materiali locali.

L’obiettivo del workshop è di introdurre i partecipanti al mondo del Lighting Design attra- verso lezioni teoriche, l’utilizzo di strumenti fisici e digitali fino ad esercizi su come rappre- sentare la luce.

I temi classici del light design saranno affrontati volgendo uno sguardo particolare verso alcuni materiali locali “poveri”. I partecipanti faranno visita a due artigiani locali, depositari di tecniche tramandate da mani e parole antiche.

In particolare, i temi classici del light design saranno affrontati volgendo uno sguardo parti- colare verso alcuni materiali locali “poveri”. I partecipanti faranno visita a due artigiani locali, depositari di tecniche tramandate da mani e parole antiche.

Bruno De Carlo mostrerà le tecniche di lavorazione dei vinchi nel suo laboratorio aperto e affacciato sul mare di Roca.

Adolfo Cazzato accoglierà i partecipanti a Specchia, invitando i partecipanti a cimentarsi con l’uso dei pesanti telai utilizzati per lavorazione delle fibre tessili naturali.

Maggiori informazioni: https://bit.ly/2Hyp7a1 ENG VERSION: https://bit.ly/2MhCQXh

 

 CHI SIAMO  

Arte Amica nasce come Start Up Innovativa nel 2015 con il principale obiettivo di offrire nuove modalità di promozione e di fruizione del Patrimonio Culturale. La Cooperativa realizza sin dalle origini progetti che coniugano tecnologia e cultura volti allo sviluppo di sistemi innovativi.

Dal 2015 ad oggi il team Il team sviluppa e implementa: App per tablet e smartphone (iOS e Android); Applicativi web;

Contenuti in Realtà Aumentata; Contenuti in Realtà Virtuale; Software interattivi;

Eventi di fruizione culturale attraverso sistemi innovativi.

CONTATTI

Arte Amica SC

Piazza Giuseppe Verdi 16 Lecce

P.Iva 04733040754

info@arteamica.com www.arteamica.com

+ 39 329 0134648

+ 39 320 8688584