I mestieri del Teatro: Costruire la scenografia #liberiamogliarchivi
1322

annamaria monteverdi/ Marzo 25, 2020/ archivio videoteatrale

https://www.raicultura.it/teatro-e-danza/articoli/2020/03/ESL-Article-Item-951046d9-0ac1-4a86-9946-a455f86f6ae8.html

uno di quei mestieri del teatro quasi sconosciuti, che si svolge molto lontano dalla luce dei riflettori e a cui, anche lo spettatore che vede ed apprezza una scenografia, ben difficilmente pensa. Stiamo parlando dello scenotecnico, cioè colui che “progetta tutta la parte strutturale, per i laboratori di scenografia, delle scene che poi verranno inviate in teatro per l’allestimento ed il montaggio dello spettacolo”. È un lavoro complesso, sfaccettato, che richiede la collaborazione di professionisti con competenze diverse, tra manualità e sofisticata tecnologia. Si tratta, in parole povere, di partire dal bozzetto presentato dal regista o dallo scenografo per costruire le scenografie di qualunque tipo che saranno poi utilizzate nell’opera lirica o nel testo teatrale messo in scena. Noi siamo andati nell’affascinante palazzo nel cuore della capitale che ospita i laboratori del Teatro dell’ Opera di Roma ed abbiamo visto e seguito il lavoro di Alessandro Nico, a capo dell’ufficio scenotecnico, e di Luigi Marani che dirige il reparto di costruzioni e falegnameria. Con Danilo Mancini, che è responsabile del servizio scenografie a farci da guida, abbiamo capito come da un semplice disegno di uno scalone carrellato in legno si arrivi poi a vederlo muoversi in tutta la sua imponenza in scena.

Share this Post