Frange di interferenza 8 ottobre 2022-Opera di land art di Luca Serasini e Massimo Magrini per EGO-Osservatorio Gravitazionale Europeo di Cascina
1574

Annamaria monteverdi/ Ottobre 5, 2022/ NEWS

In ascolto del cosmo

Land art/opera di Luca Serasini

Come si cattura il suono del nostro universo? Attesa, immobilità e ascolto sono le idee chiave da cui nasce la riflessione dell’artista visivo Luca Serasini e del sound designer Massimo Magrini per EGO – Osservatorio Gravitazionale Europeo di Cascina, il centro internazionale che ospita il rivelatore di onde gravitazionali Virgo. In questa sede, sabato 8 ottobre 2022  alle ore 18.00, in occasione della Giornata Italiana del Contemporaneo – AMACI, si inaugura l’installazione Frange di interferenza. In ascolto del Cosmo, a cura di Eleonora Raspi, Vincenzo Napolano e Valerio Boschi in seno al dialogo non banale portato avanti dall’Osservatorio tra la ricerca di artisti del panorama nazionale e internazionale e la ricerca scientifica di frontiera.

Frange di Interferenza si sviluppa a partire dalla suggestione provocata dalla capacità dell’esperimento Virgo di ‘ascoltare’ i flebili segnali cosmici generati a milioni o miliardi di anni luce dalla Terra e di monitorare allo stesso tempo i segnali  provenienti dall’ambiente naturale e umano in cui è immerso. Serasini realizza una grande installazione di land art interattiva in uno degli spazi verdi dell’osservatorio volta a ricreare, su una scala molto maggiore di quella dell’esperimento, la figura delle “frange di interferenza”, il segnale di luce tramite cui le onde gravitazionali si rivelano e prendono una forma ‘visibile’ in Virgo. Nell’ottica di una completa interazione con l’opera, i visitatori saranno immersi in un paesaggio sonoro creato appositamente da Massimo Magrini, attraverso una app scaricabile sul proprio smartphone e funzionante solo in prossimità dell’installazione. Nell’opera, come nell’esperimento, la rivelazione di remoti echi cosmici si confonde e identifica con la rilevazione dei ‘rumori’ ambientali più prossimi: le vibrazioni della terra o il sibilo del vento, il battito delle pale eoliche, l’impatto delle onde del mare sulla costa tirrenica, i rumori prodotti dall’uomo.

L’installazione Frange di interferenza sarà visitabile, con accesso gratuito e su prenotazione, ogni martedì dalle 11 alle 13 e il sabato dalle 17 alle 19, dall’ 8 fino al 22 ottobre 2022. Collegata a questo progetto, dal 24 al 30 settembre allo Spazio Cascina – Arte al Centro sarà allestita una mostra dedicata alle fasi di ideazione e realizzazione del progetto, dal titolo Geometria del Tempo. La mostra includerà opere su carta di varie dimensioni e tecniche, suoni e una videoinstallazione realizzata per questa occasione.


EGO 

EGO, l’Osservatorio Gravitazionale Europeo, a Cascina in provincia di Pisa, è la sede dell’interferometro Virgo. EGO è impegnato da diversi anni in progetti relativi all’impatto della ricerca sulle onde gravitazionali sulla società, il coinvolgimento di non scienziati nella ricerca (citizen science), organizza eventi e mostre per il grande pubblico e si dedica alla ricerca di nuovi linguaggi all’intersezione tra arte e scienza. Da molti anni ha sviluppato un percorso tra arte e scienza attorno ai temi dello Spazio, Tempo e Cosmo, con il coinvolgimento di artisti di grande rilievo internazionale come Tomas Saraceno, Liliane Lijn e Raphael della Porta. EGO è finanziato dal Centre National de la Recherche Scientifique (CNRS) in Francia, dall’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare (INFN) in Italia e dall’Istituto Nazionale di Fisica Subatomica (Nikhef) nei Paesi Bassi.

Artisti

Frange d’interferenza si inserisce nel lavoro di ricerca intrapreso negli ultimi anni da Luca Serasini, e instaura un dialogo con i precedenti lavori di land art dell’artista quali: la land art Les étoiles binaires per la residenza d’artista ad Ifitry (Marocco) nel 2019, l’installazione interna per la bipersonale Khaos/Order/Dispose (Volterra, 2018); la grande installazione light art sui refrigeranti Enel Green Power, Costellazioni Larderello/light art (Larderello, 2018); l’installazione luminosa The Kháos of Cosmos alla galleria Gazelli Art House (Londra, 2017); Orione, il grande cacciatore, per la residenza d’artista Materia Prima a Ceppaiano (2015), Alcor & Mizar in occasione di Art in the Woods, Holmfirth Arts Festival (Yorkshire, 2016), Pegaso, 10 storie per 10 stelle per M’Arte Personale 2016 a Montegemoli e Große Wagen per il simposio di scultura wo der Mensch spielt, ist er ganz Mensch a Weimar (2017); Costellazione Toro (Montegemoli, 2013). 

Massimo Magrini svolge attività di ricerca all’interno dell’Istituto di Scienza e Tecnologie dell’Informazione del Consiglio Nazionale delle Ricerche, dove si occupa di elaborazione dei segnali e di sistemi multimediali interattivi destinati ad applicazioni artistiche e riabilitative. Attivo da molti anni anche come musicista elettronico, con il progetto Bad Sector ha realizzato decine di album e si è esibito dal vivo in Europa, Russia, Australia. Dal 2017 insegna Interaction Design presso l’Accademia di belle arti Alma Artis.


Il progetto, nato a seguito di due fasi di ricerca e sperimentazione dal titolo Campionamenti e Riflessioni a giugno e settembre 2021 e realizzato grazie e con il supporto di EGO/Virgo, gode della collaborazione di Fondazione Materia Prima, del network Cooltsalon, del Festival internazionale di videoarte Over The Real, dello Studio Gennai Arte contemporanea, del Progetto Nadar – Camera Oscura Sociale, di InAbsentia, dell’associazione culturale Cantiere Nuovo e del patrocinio del Comune di Cascina.
Per prenotare le visite o ulteriori informazioni di accesso scrivere a info@ego-gw.it

Contatti stampa:

Eleonora Raspi

Independet Curator

eleonora.raspi@gmail.com

Mob. +393890476417

…..

Vincenzo Napolano

EGO Communication Responsible

napolano@ego-gw.it

Mob. +393472994985

tel: +39050752464

tw:@ego_virgo | fb:@EgoVirgoCollaboration

Share this Post