A HEAP OF BROKEN IMAGES GORIZIA 1915-1918 BY KARMACHINA/TEHO TEARDO
272

Annamaria monteverdi/ Maggio 26, 2015/ Festival, FOCUS, videomapping

KARMACHINA (Vinicio Bordin, Paolo Ranieri, Rino Stefano Tagliafierro)
 A HEAP OF BROKEN IMAGES

GORIZIA 1915-1918

Expanded video di
KARMACHINA

Musica dal vivo di
TEHO TEARDO

che si terrà 

venerdì 5 giugno 2015 alle ore 21.30, presso Piazza della Transalpina a Gorizia – Nova Gorica,

in occasione della prima edizione di In\Visible Cities Festival.

http://invisiblecities.eu/

Una spettacolare videomapping-opera sulla Grande Guerra e su Gorizia. Otto quadri per musica, video e voce recitante ideati a partire dai diari e dalle cronache di quei terribili anni che segnarono la fine di un’epoca.

unnamed (16)

Al fianco della Storia della Grande Guerra, A Heap of broken images vuole raccontare le storie delle persone comuni, che vissero la guerra da lontano nella quotidianità delle loro case. Gli estratti dei diari goriziani, i cui stati d’animo sono magicamente animati e illustrati da immagini tratte dai film e dalle correnti pittoriche delle avanguardie artistiche, ci restituiscono frammenti di questa guerra personale: è il conflitto di coloro che decisero di rimanere in città. Fanno da controcampo le immagini di repertorio: la guerra impersonale e brutale delle trincee, dapprima distante, progressivamente si avvicina fino a impadronirsi di Gorizia, lasciando dietro di sé solo un cumulo di immagini infrante.

ART DIRECTION E REGIA

KarmachinaMUSICHE DI
Teho Teardo

VOCE DI
Virginia Galli

IDEA E SOGGETTO
Paola Tarantelli, Alessandro Cattunar

SCENEGGIATURA
Giuliano Corti
Lara Aleotti
POST PRODUZIONE E COMPOSITING
Karmachina
Mauro Ciocia
Enzo Lo Re
Pier Paolo Ceccarini

LIGHT DESIGNER
Matteo Benvenuto

SUPPORTO TECNICO
Francesco Rossi

DOCUMENTI AUDIOVISIVI E FOTOGRAFICI
Home Movies- Archivio Nazionale del Film di Famiglia
Università degli studi di Udine – Corso di laurea DAMS – Laboratorio La Camera Ottica
Cineteca del Friuli
Fototeca dei Musei Provinciali di Gorizia

UNA PRODUZIONE
Associazione Quarantasettezeroquattro
In\Visible Cities – Urban Multimedia Festival

Share this Post