Il Festival internazionale di videoarte OVER THE REAL, inaugura la settima edizione a Lucca dal 23 settembre
1569

Annamaria monteverdi/ Settembre 15, 2022/ NEWS

Dopo il successo della mostra Bill Viola The Seventies della scorsa primavera, Over The Real terrà
la seconda parte della sua settima edizione dal 23 settembre al 2 ottobre in varie sedi della città di
Lucca. Il Festival Internazionale di Videoarte, realizzato in coproduzione con il Lucca Film Festival
e con il sostegno della Regione Toscana_GiovaniSì_Toscanaincontemporanea2022; della
Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca; del Dott. Emanuel Bertuccelli (Family Banker Banca
Mediolanum); prevede una serie di eventi con l’intento di presentare le più significative linee di
ricerca emerse negli ultimi anni nel panorama internazionale delle arti digitali.
Venerdì 23 settembre alle ore 10 presso il Cinema Centrale, sarà Studio Azzurro ad aprire la
kermesse con una masterclass che propone di mettere a tema l’esperienza cinematografica di Studio
Azzurro in relazione con opere non cinematografiche dello stesso periodo. Filo rosso diventano le
collaborazioni con sceneggiatori, attori, registi e musicisti con i quali si condivide una particolare
desiderio di sperimentazione specifico. Queste collaborazioni sottolineano la porosità dei progetti di
Studio Azzurro e l’attitudine a farsi attraversare dai linguaggi per rendere trasversali i modi della
ricerca. Saranno presenti Fabio Cirificno e Laura Marcolini.
Seguirà nel pomeriggio (alle ore 17 presso l’Auditorium Palazzo delle Esposizioni) e nella giornata
successiva di sabato 24 settembre (alle ore 21 presso la sala conferenze Vincenzo da Massa Carrara
del Complesso San Micheletto) una rassegna di film e video del collettivo nato nel 1982 da Fabio
Cirifino, Paolo Rosa (1949-2013) e Leonardo Sangiorgi dando vita a un’esperienza che nel corso degli anni
esplora le possibilità poetiche ed espressive dei nuovi linguaggi tecnologici. A loro si aggiunge, dal 1995 al 2011, Stefano Roveda, esperto di sistemi interattivi. Attraverso la realizzazione di videoambienti,
ambienti sensibili, percorsi museali, performance teatrali e film, disegnano un percorso artistico
trasversale alle tradizionali discipline e formano un gruppo di lavoro aperto a differenti contributi e
importanti collaborazioni. È così che Studio Azzurro prende la forma di un laboratorio di ricerca
artistica spesso paragonato a una bottega rinascimentale.
La seconda masterclass venerdì 30 settembre alle ore 10, presso la sala conferenze Vincenzo da
Massa Carrara del Complesso San Micheletto,
vedrà protagonista Alessandro Ludovico ricercatore,
artista e caporedattore della rivista Neural dal 1993. Ha conseguito il dottorato di ricerca. Laurea in
Inglese e Media presso l’Anglia Ruskin University di Cambridge (UK). È professore associato
presso la Winchester School of Art, University of Southampton e docente presso Parsons Paris –
The New School. Ha pubblicato e curato diversi libri e ha tenuto conferenze in tutto il mondo. È
stato anche consulente per il progetto Documenta 12 Magazine. È uno degli autori della premiata
trilogia di opere d’arte Hacking Monopolism (“Google Will Eat Itself”, “Amazon Noir”, “Face to
Facebook”).
A termine della conferenza seguirà la consegna del Premio per la realizzazione del manifesto 2022
che questa edizione è stato vinto da Giovanni Piscitelli, studente dell’Accademia di Belle Arti Alma
Artis di Pisa. Un riconoscimento importante dedicato ai giovani studenti della Toscana che Over
The Real ha istituito dallo scorso anno ed al quale hanno partecipato decine di ragazzi e ragazze di
grande creatività.
Come ogni anno Over The Real presenterà (dal 29 settembre al 1 ottobre, dalle ore 17, presso
l’Auditorium della Fondazione Ragghianti) una serie di selezioni di opere audiovisive realizzate da
importanti curatori e direttori dei maggiori festival di videoarte internazionali con i quali Over The
Real ha creato da anni un forte interscambio culturale.

Oltre alla selezione dei direttori artistici delFestival Maurizio Marco Tozzi, Veronica D’Auria e Lino Strangis si segnalano le rassegne della curatrice greca Eirini Olympiou, del direttore belga di Transulcultures Philippe Franck, di Gabriel Soucheyre direttore dello storico festival francese Videoformes. In questa settima edizione vengono inoltre proposte due rassegne speciali: la prima dedicata alle opere di artisti dell’Ucraina, curata da Iury Lech (direttore del Festival madrileno MADATAC) e la seconda incentrata sui lavori di artisti africani a cura di Alessandro Romanini e Maurizio Marco Tozzi. Un totale di 55 opere audiovisive monocanali provenienti da tutto il mondo con molte anteprime internazionali.
Si inaugura inoltre la nuova sezione Over The Real Students dedicata agli studenti della Regione
Toscana che presenteranno i loro lavori video.
Spazio anche alle performance che andranno in scena durante l’attesissimo Lucca Effetto Cinema
2022 in programma la sera di sabato 1 ottobre, nel corso della quale Over The Real presenterà una
multimedia live performance incentrata sull’incontro di musica sperimentale, videoarte e
installazioni audio-video interattive con le esibizioni musicali live di Alberto Papotto aka Sysiphus
e Marco uBIK Bonini immersa negli ambienti scenici audiovisivi di Lino Strangis, a cura di
Veronica D’Auria (C.A.R.M.A. Roma). Un evento da non perdere per immergersi nella ricerca e
nella sperimentazione multimediale dell’arte contemporanea a 360 gradi. Appuntamento alle ore
21,30 presso la Biblioteca Civica Agorà.
Non mancheranno poi i talk: lunedi 23 settembre ore 18 “30 anni di canecapovolto” con
canecapovolto; martedi 24 settembre ore 18 “I Festival in Italia” con Luca Basilico direttore di
About The Future; Francesca Leoni e Davide Mastrangelo direttori di Ibrida Festival; mercoledi 25
settembre ore 18 “Elettronic Music e performance intermediali” con Marco uBIK Bonini; Alberto
Papotto.
Sarà possibile seguire diversi appuntamenti del Festival anche on line.
Per il programma completo www.overthereal.com/program
Over The Real – Festival Internazionale Videoarte
Over The Real, ideato e diretto da Maurizio Marco Tozzi, Lino Strangis, Veronica D’Auria, nasce nel 2015 con l’intento di presentare le più significative linee di ricerca emerse negli ultimi anni nel panorama internazionale delle arti digitali. Over The Real ha avviato un processo di forte interscambio culturale creando un network di curatori internazionali per la realizzazione dei suoi eventi: mostre, incontri didattici, workshop e conferenze legati alla multimedialità ed al rapporto con il patrimonio artistico e culturale. Durante le precedenti edizioni sono state presentate circa 400 opere audiovisive di artisti provenienti da tutto il mondo e sono stati ospitati autori storici fra cui Studio Azzurro, Maurizio Camerani, Federica Marangoni, Fabrizio Plessi, Michele Sambin. Over The Real dedica ampio spazio agli incontri didattici e workshop presentando le modalità estetiche e creative dei software ed i mezzi più evoluti (dal video alla realtà virtuale, fino all’intelligenza artificiale), al fine di fornire agli studenti e non, una visione completa
degli ultimi mezzi tecnologici. Durante il Festival non mancano spettacolari momenti di performance intermediali con artisti di alto profilo. Over The Real contribuisce alla diffusione dell’arte digitale partecipando ad importanti eventi sia in Italia che all’estero fra cui: Festival di Videoarte di Camaguey (Cuba); International Motion Festival Cyprus; Semana Internacional de Videocreacion de Lanzarote (Spagna); Videoformes (Clermont-Ferrand, Francia); Torrance Art Museum (Los Angeles,Usa); Areté Venue & Gallery (New York, Usa); Field Projects Gallery (Chelsea, New York,
Usa); MACRO (Roma); Gebre Kirsots Desta Center Modern Art Museum – AVAF (Addis Abeba, Etiopia); Moscow Museum of Modern Art (Russia); Athens Digital Arts Festival (Grecia); Festival Les Instants Vidéo (Marseille, France); Video Art Miden (Grecia), SPLIT VIDEOART FESTIVAL (Croazia).
www.overthereal.com

Share this Post